mercoledì 29 aprile 2009

Scuole teatine e terremoto

Caos nelle scuole teatine a causa dei timori per il terremoto. Riunioni nelle scuole, soprattutto quelle "antiche", confusione nelle informazioni, paura nei genitori e negli alunni. Le crepe nei muri fanno bella mostra di sè e i controlli, se vengono fatti, non sono adeguatamente comunicati agli "utenti". I ragazzi vanno a scuola con paura, i genitori li mandano con tanta rabbia.
Alcune scuole teatine sono state chiuse, per lo più materne, elementari e una media, ma le superiori?
Le scuole superiori sono competenza della Provincia, che rassicura:
«Gli edifici scolastici di competenza della Provincia non hanno subito danni strutturali a seguito degli eventi sismici che hanno colpito il territorio aquilano». Sono queste le parole di Carlo Cristini dirigente del settore edilizia scolastica dell’Ente.
«Con questa dichiarazione -afferma il Presidente Tommaso Coletti- vogliamo riportare, documenti alla mano, alla tranquillità le famiglie degli studenti frequentanti le scuole superiori di tutto il territorio provinciale».
Ma le contraddizioni tra ciò che viene detto "ufficialmente" e ciò che invece viene fuori dalle riunioni continuano ad alimentare le preoccupazioni e danno adito alle proteste degli studenti. Qualche giorno fa gli studenti del Liceo Classico non sono entrati a scuola, e ieri c'è stata la riunione per gli studenti dello Scientifico.
"I controlli ci saranno"... "i controlli ci sono stati"... "la scuola è sicura, per ora...ma se ci fosse una nuova scossa...chissà!"
E i genitori sono in subbuglio: mandare o non mandare i propri figli a scuola? Le scuole sono davvero sicure? Cosa si sta facendo per la messa in sicurezza in situazioni "critiche"?
Quelle "belle" crepe non sono un indicatore di pericolo? Dobbiamo fare finta di niente?
E anche nelle scuole relativamente nuove ci sono state lesioni:
non saranno "strutturali", ma fanno comunque paura...

De Sterlich

1 commento:

@enio ha detto...

andrebbero tutte controllate e certificate come antisismiche, ma lo faranno ? Io avrei paura a frequentare in una scuola del chietino !

Loading...