lunedì 17 novembre 2008

Dai volontari di EmergenzAmbienteAbruzzo per i coordinatori della Campagna Elettorale Regionale



Spett.li Coordinatori

della Campagna Elettorale Regionale 2008

Pescara, 17 novembre 2008

Siamo una rete di associazioni,comitati e cittadini, EmergenzAmbiente, che da tempo denunciamo il crescente degrado del nostro territorio e la totale mancanza di controlli e di trasparenza nelle scelte e nella gestione delle questioni ambientali.

Abbiamo scelto di partecipare anche noi alle prossime elezioni regionali con una campagna in cui i nostri candidati sono alcune delle possibili soluzioni alle questioni ambientali.

I manifesti sono bianchi ed hanno nella parte centrale “Vota la nostra Acqua” “Vota la nostra Terra” “Vota la nostra Aria” “Vota il nostro Mare”.

Noi non appoggiamo nessuna lista politica.

Noi non facciamo il tifo per nessun candidato.

Noi vogliamo che i cittadini prendano coscienza delle proprie realtà locali e si battano per la qualità della loro vita.

I manifesti sono stati stampati con i soldi raccolti in una cena di autofinanziamento e con le offerte dei singoli cittadini.

Il lavoro di affissione è fatto da noi volontari.

Noi non abbiamo le disponibilità economiche e le risorse umane di cui disponete voi.

Chiediamo quindi a tutte le forze politiche di avere la “sensibilità” di non coprire i nostri manifesti, come è già stato fatto in certe postazioni.

Vi chiediamo di non costringerci a subire “l’umiliazione” di futili discussioni, risse, furberie, denunce come di solito avviene nelle campagne elettorali.

In fondo non vi chiediamo altro che il RISPETTO DELLE REGOLE.

Rete EmergenzAmbienteAbruzzo

www.nonlasciamolifare.org


2 commenti:

@enio ha detto...

io il voto, stavolta, lo dò a Vignali, l'unico che negli ultimi due anni si è sbattuto per Chieti.

Ma®aM ha detto...

Ci sono altre persone che si battono per la città, ma lo fanno più in sordina. Vignali ha fatto i suoi errori, e non sempre le sue idee sono condivisibili. Conosco altri che meriterebbero di più, sinceramente. Ma ognuno vota chi vuole...

Loading...